Abruzzo.com -  i migliori prodotti tipici abruzzesi - la migliore eno gastronomia in Abruzzo
Abruzzolink - esplora l'Abruzzo con gli abruzzesi
::ITALIA::Home > Olio d'Abruzzo > Come leggere l'etichetta
separatore

L'Olio: impariamo a leggere l'etichetta
Le indicazioni contenute nell'etichetta di ogni olio d'oliva se lette con attenzione possono far capire il livello qualitativo dell'olio contenuto. Ecco le voci principali a cui fare attenzione:

  • Categoria merceologica: Dop, Igp, biologico, extravergine, olio di oliva e olio di sansa di oliva indicano il grado di purezza e la classificazione. Per i dettagli si veda la Nota 1
  • Il nome del produttore e l'indirizzo.
  • La sede dello stabilimento di produzione.
  • La quantità di olio contenuta.
  • La scadenza entro cui consumare l'olio.
  • L'anno del raccolto, del confezionamento e acidità sono facoltative.


Nota 1: Categoria Merceologica
  • DOP (Denominazione di Origine Protetta): L'Unione Europea identifica così un olio extravergine la cui qualità e caratteristiche siano dovute essenzialmente all'ambiente geografico, a fattori naturali e umani. La produzione e il confezionamento di un DOP devono svolgersi nell'area geografica indicata secondo uno specifico disciplinare e deve essere certificata da un ente pubblico.
  • IGP (Indicazione geografica protetta): Secondo le regole europee, la sigla IGP identifica il nome di un luogo di produzione di un olio extravergine che ha qualità e caratteristiche attribuite all'origine geografica. Produzione e confezionamento devono svolgersi nell'area geografica indicata e certificata da un ente pubblico.
  • Biologico: Olio extravergine ottenuto con il metodo biologico secondo le norme internazionali e nazionali che vietano l'impiego di pesticidi e concimi nella coltivazione dell'olivo, salvo alcuni di origine naturale poco dannosi per l'ambiente.
  • Acidità:
  • Un discorso particolare merita' l'acidità: E' questo un parametro chimico fisico, non riconoscibile con il gusto, riferito allo stato di salute dell'olio. Dipende dalle modalità di raccolta del frutto, dal tipo di cultivar, dal grado di maturazione delle olive e dalla temperatura di estrazione. Più basso è il suo valore, migliore è l'olio.
  • Denominazione e definizione degli olii d'oliva e degli olii di sansa d'oliva secondo la normativa europea
    • Olio d'Oliva Vergine: Olio ottenuto dal frutto dell'olivo soltanto mediante processi meccanici o altri processi fisici, in condizioni, segnatamente termiche, che non causano alterazioni dell'olio, e che non hanno subito alcun trattamento diverso dal lavaggio, dalla decantazione, dalla centrifugazione e dalla filtrazione, esclusi gli oli ottenuti mediante solvente o con processi di riesterificazione e qualsiasi miscela con oli di altra natura Gli olii d'oliva vergini sono oggetto della classificazione e delle denominazioni che seguono
      • OLIO D'OLIVA VERGINE EXTRA: Olio d'oliva vergine la cui acidità libera espressa in acido oleico non può eccedere 1g per 100g e avente le altre caratteristiche conformi a quelle previste per questa categoria
      • OLIO D'OLIVA VERGINE: Olio d'oliva vergine al cui acidità libera espressa in acido oleico non può eccedere 2g per 100g e avente le altre caratteristiche conformi a quelle previste per questa categoria
      • OLIO D'OLIVA VERGINE CORRENTE: Olio d'oliva la cui acidità libera espressa in acido oleico non può eccedere 3,3g per 100g e avente le altre caratteristiche conformi a quelle previste per questa categoria
      • OLIO D'OLIVA VERGINE LAMPANTE: Olio d'oliva vergine la cui acidità libera espressa in acido oleico è superiore a 3,3g per 100g e/o avente le altre caratteristiche conformi a quelle previste per questa categoria
      • OLIO D'OLIVA RAFFINATO: Olio d'oliva ottenuto dalla raffinazione di oli d'oliva vergini, la cui acidità espressa in acido oleico non può eccedere 0,5g per 100g
      • OLIO D'OLIVA: Olio d'oliva ottenuto da un taglio di olio d'oliva raffinato e di oli d'oliva vergini diversi dall'olio lampante, la cui acidità espressa in acido oleico non può eccedere 1,5g per 100g
      • OLIO DI SANSA D'OLIVA GREGGIO: Olio ottenuto mediante trattamento al solvente di sansa d'oliva, esclusi gli oli ottenuti con processi di riesterificazione e qualsiasi miscela di oli di altra natura
      • OLIO DI SANSA D'OLIVA RAFFINATO: Olio ottenuto dalla raffinazione di olio di sansa d'oliva greggio, la cui acidità espressa in acido oleico non può eccedere 0,5g per 100g
      • OLIO DI SANSA D'OLIVA: Olio ottenuto da un taglio d'olio di sansa d'oliva raffinato e di oli d'oliva vergini diversi dall'olio lampante, la cui acidità espressa in acido oleico non può eccedere 1,5g per 100g



separatore
 CIRCOLO ABRUZZO
  Personaggi famosi     Itinerari in Abruzzo  
  Ricette regionali     Abruzzo Forums  
  Paesi d'Abruzzo     Gente d'Abruzzo  
  Feste & Sagre     Vi segnaliamo..  
  Olio d'Abruzzo     Blog Abruzzo.com  
Abruzzo.com utilizza il sistema di pagamento gestpay di BancaSella, accetta Paypal, contrassegno e bonifico bancario
CHI SIAMO CONDIZIONI DI VENDITA NEWS ADV EMAIL PROPONICI I TUOI PRODOTTI

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca su INFORMATIVA ESTESA.Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Per favore leggete le informative relative alle nostre politiche su:
reclami | privacy | certificazioni e qualita'
©Copyright abruzzo.com srl

Abruzzo.com srl - PIVA 01632720684